Sensori di CO2, per l’industria

Potenzialmente dannosa se presente in quantità eccessive, l’anidride carbonica, è un ossido acido la cui molecola è composta da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. Negli ultimi anni, moltissime aziende con a cuore politiche gestionali di carattere ecologico hanno provato in tutte le maniera a trovare una soluzione alla produzione di CO2. Tra le principali e le maggiormente efficace rientra senza dubbio l’utilizzo di un sensore ambientale, applicato direttamente all’interno di sistemi di ventilazione.
In questo ambito, tra le aziende leader a livello nazionale è compresa AM&C Roma, marchio attivo da più di 15 anni nella strumentazione industriale. Il principale obiettivo dell’azienda è quello consigliare e guidare il cliente nell’acquisto dei vari strumenti di misura necessari a favorire il funzionamento di un’azienda. AM&C Roma è ormai da anni il principale fornitore delle più importanti imprese nostrane.
Da alcuni anni, oltre agli ormai classici manometri e termometri, l’azienda ha iniziato con successo la produzione di sensori, il cui utilizzo risulta di fondamentale importanza nella misurazione della quantità di CO2 presente in un determinato ambiente e, di conseguenza, atto a decretare la qualità dell’aria.

Dove utilizzare i sensori di CO2

Oltre alle classiche aziende, ormai tutte dotate di sensori per il rilevamento di anidride carbonica, questi dispositivi possono essere tranquillamente utilizzati anche all’interno degli uffici pubblici, luoghi dove solitamente il livello di C02 raggiunge picchi molto elevati.
Come anticipato in precedenza, molto utilizzati sono anche all’interno delle fabbriche, in quanto queste fanno monitorare sempre importanti livelli di gas, impossibili da sottovalutare.
Questi strumenti vengono quindi utilizzati sia nel settore pubblico sia in quello privato al fine di misurare la quantità di sostanze potenzialmente nocive e prendere tempestive contromisure.
L’acquisto di un misuratore di monossido di carbonio prevede quindi la scelta di un dispositivo semplice da utilizzare, da installare ed estremamente preciso nel compito di misurare le emissioni di anidride carbonica.
Gli analizzatori di C02 prodotti da AM&C sono inoltre prodotti realizzati nel rispetto delle normativa imposte dall’Unione Europea, con materiali resistenti all’usura e difficilmente danneggiabili.
Oltre al funzionamento impeccabile, questi misuratori sono caratterizzati dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, peculiarità che ha portato moltissime aziende farmaceutiche, chimiche, alimentari, petrolchimiche e piccole imprese a scegliere i prodotti realizzati da AM&C.

Come funzionano i rilevatori di C02 attualmente disponibili?

La varietà di prodotti offerta è sicuramente tra le principali caratteristiche di AM&C Roma, azienda che permette di scegliere tra i migliori dispositivi riguardanti la strumentazione aziendale. Attualmente, è possibile scegliere tra tre differenti tipologie di rilevatori di C02, differenti l’uno dall’altro per caratteristiche e prezzo.
Tutti gli analizzatori disponibili, sebbene diversi sotto diversi aspetti, non solo indicano il livello di anidride carbonica presente nell’aria, ma rilevano anche la quantità di umidità e, ovviamente, la temperatura.
Questi strumenti, utili quindi in più modi, possono essere utilizzati per registrare i dati sia manualmente sia tramite la speciale funzione logger. I dati analizzati, una volta visionati, possono essere poi scaricati su un qualsiasi computer tramite l’apposito software sviluppato dalla stessa Automazione Misure e Controlli Roma.

Come misurare il livello di anidride carbonica in maniera efficiente?

Ovviamente, scegliere il modello di misuratore di CO2 adatto alle proprie necessità è l’opzione da percorrere qualora si fosse interessati a registrare dati di questo genere. Ogni modello proposto da AM&C riesce ampiamente a svolgere il compito richiesto soddisfando completamente le esigenze dei centinaia di professionisti che hanno effettuato questa scelta.
Al fine di rendere l’analisi dei dati ancor più accurata e veritiera è però consigliabile prestare a pochi e semplici consigli facilmente osservabili.
In primo luogo è fondamentale scegliere lo strumento di misurazione giusto a seconda delle esigenze personali o aziendali. Altrettanto importante fare attenzione alle condizioni ambientali, in quanto polveri sottili e condensazione esercitano una forte influenza sul tratto ottico e, di conseguenza, sui dati registrati.
Ulteriori consigli risiedono in una scrupolosa analisi da effettuare all’altezza del personale impiegate all’interno della fabbrica o dell’ufficio e nel costante controllo dei valori relativi alla presenza di anidride carbonica all’interno del luogo interessato. Qualora infatti il quantitativo si C02 risultasse costantemente sopra la media, la causa potrebbe essere il malfunzionamento del sistema di ventilazione. In aggiunta, è consigliabile non respirare mai sulla sonda, poiché il respiro umani è saturo di diossido di carbonio.